Link

Altre Squadre

Contattaci

Partita di Giovedì 20 Aprile 2017

Parziali
1° quarto : 6-21
2° quarto : 13-22
3° quarto : 15-20
4° quarto : 11-20
Squadra in casa: Verona Basket
Squadra fuori casa: A.S.D. Roosters
Sede: Palazzetto 'C.O.N.I.' - Via Basso Acquar - VERONA (VR)
Ora: 21:00
Risultato: 45-83
20 aprile 2017, ci siamo. Abbiamo atteso un anno questo momento, un anno di alti e bassi, un anno difficile, che ha visto la "costruzione" di una squadra nuova, la ricerca dei tasselli mancanti, gli errori e le "rinunce" , gli abbandoni. Un anno di lavoro, di fatiche, di vittorie anche esaltanti e di sconfitte brucianti, inaspettate, sofferte, piene di rimpianti. Un anno costellato di infortuni, alcuni anche gravi, dove poche volte abbiamo visto la squadra al pieno delle sue potenzialità. Un anno diviso in due, altalenante e poco esaltante fino alla sosta di Natale, con i tanti punti lasciati per strada, e via via il miglioramento da gennaio in poi, fino al filotto di sette vittorie consecutive ed il prendere consapevolezza della propria forza. Un anno a ripensare alle due disgraziate partite dei play off dello scorso campionato che ci hanno inaspettatamente, ma meritatamente, visto uscire ad opera del Verona Basket. Con un ultimo turno di regular season, inimmaginabile a priori, ed una concatenazione di risultati inattesi, ritroviamo sulla nostra strada quello stesso Verona Basket che tanto male ci fece e a cui speriamo di rendere la pariglia. Ben diversa è la squadra dei Galletti che si presenta al palazzetto Coni di Verona per la prima sfida play-off del 2017, rispetto a quella dello scorso anno. Il prepartita scorre tranquillo, i due coach studiano gli avversari; non sembrano esserci novità tra le fila dei nostri antagonisti, sembrano gli stessi dell'ultima volta. Non così per il Verona che tra le nostre fila riconoscerà, come già detto, ben pochi dei partecipanti dello scorso anno; l'adrenalina scorre a fiumi, sono carichi i ragazzi, la partita la sentono, sono pronti. Poche le parole del coach, non serve certo caricare la squadra, tutti sanno l'importanza dell'incontro, tutti sono pronti a dare il massimo. Pronti via. Si parte per la prima gara di play off 2016 2017. Forza ragazzi. Non c'č neanche la voglia di studiare tanto l'avversario, testa bassa, palla in mano, attacco e canestro. Questo atteggiamento tattico è un bel vedere. Bum bum bum e ciao ciao Verona. Da stroppicciarsi gli occhi. Attacchi ben portati, schemi finalmente sfruttati ci permettono di presentarci a canestro senza difficoltà, allo stesso tempo una difesa arcigna, combattiva, maschia, puntuale limita quasi tutte le azioni degli avversari che chiaramente sono in difficoltà. Il quarto si chiude con un eloquente 21 a 6 per i biancorossi e soprattutto non si vede proprio come i locali possano invertire la "rotta" che la gara ha preso, troppo marcato il divario tra le due compagini. Il secondo quarto è il compendio del basket. Le provano tutte i veronesi, buone e cattive, ma la gara non cambia padrone, troppo concentrati, troppo attenti i Galletti, giocano "sciolti", giocano a memoria, giocano di squadra. Al riposo lungo la gara è praticamente in "ghiacciaia", il divario di 24 punti è più che tranquillizzante, lo sanno i nostri, lo sanno i veronesi. Al rientro in campo il Verona però butta sul terreno le ultime forze per cercare almeno di limitare la debacle a cui sembra destinato, ma l'irruenza e la frustrazione portano solo a falli pesanti e pericolosi; i biancorossi non perdono la testa, le prendono, le rendono, ma soprattutto continuano a segnare. La gara termina con un eloquente 83 a 45, che non lascia spazio a dubbi o recriminazioni per i locali, dominata dal primo all'ultimo minuto dai Galletti che non hanno mai permesso agli avversari di abbozzare una qualsiasi controffensiva. Certamente la "pratica" Verona non è archiviata , c’è il ritorno in casa nostra da giocare e andrà affrontato con la concentrazione e la "cattiveria" agonistica che l’importanza del match merita. La strada è quella giusta, così si può arrivare lontano ma è fondamentale tenere i piedi per terra e alta la concentrazione. Ricordiamoci che non hanno più nulla da perdere, verranno in quel di Dueville a vendere cara la pelle, a giocarsi quelle poche chances che hanno in mano. Ci aspetta quindi una battaglia senza esclusione di colpi, ma uniti si vince e noi possiamo e dobbiamo vincere.
commento di Anonimo
maglia giocatore tiri liberi tiri da 2 tiri da 3 palle perse palle rubate rimbalzi assist falli fatti falli subiti punti
5 Fabio Ferrari 0/0 2/3 1/2 2 1 1 4 1 2 7
11 Tommaso Bellisola 2/2 0/2 0/0 2 1 1 1 1 1 2
12 Riccardo Ferrari 3/5 1/2 0/1 1 4 4 8 0 4 5
13 Carlos Cosme 2/2 0/2 1/2 2 1 4 4 2 1 5
14 Nicola Strazzabosco 2/4 3/8 0/1 2 3 1 1 1 2 8
15 Loris Mion 5/5 6/8 0/1 1 4 9 2 2 5 17
19 Cesare Sperotto 0/2 0/1 0/0 0 1 5 1 1 1 0
21 Gianluca Rosa 3/4 3/8 0/0 3 5 5 0 0 2 9
22 Dridi Hattab 0/0 2/5 0/0 3 1 1 0 1 0 4
23 Renzo Volpato 3/4 0/1 1/2 1 1 0 1 3 2 6
25 Giovannis Gomez Esponda 4/6 8/9 0/1 1 6 9 3 1 3 20
TOTALE 24/34 25/49 3/10 18 28 40 25 13 23 83
71% 51% 30% avv. 46