Link

Altre Squadre

Contattaci

Partita di Martedì 19 Aprile 2016

Parziali
1° quarto : 6-15
2° quarto : 15-17
3° quarto : 9-12
4° quarto : 25-16
Squadra in casa: A.S.D. Roosters
Squadra fuori casa: Verona Basket
Sede: Pala CentroSport Palladio - Via Cavalieri di Vittorio Veneto - VICENZA (VI)
Ora: 21:00
Risultato: 55-60
Stasera ci aspetta una gara da dentro o fuori, da vincere ad ogni costo, un salto mortale senza rete. Messi al muro in questi play off dalla disgraziata partita d'andata, i Galletti sono chiamati ad un riscatto immediato, se vogliono restare nella "serie". Lo sanno tutti, tecnico, giocatori, dirigenti, il numeroso pubblico che via via riempie le gradinate, arbitri e avversari. In quaranta minuti ci si gioca un anno di sacrifici, di sudore, di fatica. L'obbiettivo primo dell'annata era di migliorare il sesto posto della scorsa stagione. Vincendo l'obbiettivo sarebbe raggiunto, perdendo si rimarrebbe allo stesso punto. Nervi a fior di pelle già nell'ultimo allenamento, ambiente caricato al massimo. Troppe responsabilità molto spesso intorbidiscono e tolgono lucidità, e non si può certamente rischiare di aver giocatori annebbiati. Carichi, grintosi, volonterosi si, impallati no. Confidiamo nelle capacità dello staff tecnico, nella sua esperienza, per scongiurare questo rischio. Nel corso del riscaldamento l'adrenalina scorre, visi tirati, poche battute e poche chiacchiere, concentrazione alle stelle. Negli occhi di molti si legge la tensione, la voglia di rimediare, il desiderio di andare avanti, di scrivere ancora qualcosa sul "libro" di questo anno sportivo. Le premesse sono buone, niente è stato lasciato al caso. Studiati gli avversari,modificati all'uopo schemi e movimenti. Inizia la partita. Partiamo male, idee annebbiate, eccesso di timore, tiri forzati che neanche arrivano al ferro, chiusure in ritardo. Il Verona fa quello che vuole, i nostri non ci sono, non ragionano, non reagiscono se non in modo caotico e individuale. Niente gioco di squadra, niente dei movimenti provati e riprovati. Tutto scordato, tutto dimenticato. Gli avversari dilagano e la fine del primo quarto ci vede sotto di nove. Sono già tanti i punti da recuperare, e quello che i ragazzi hanno fatto vedere non promette niente di buono. Non è possibile giocare in questo modo, si può perdere, si può uscire, ma solo dopo aver speso l'ultima goccia di sudore, di sangue, di fiato. Non così, così proprio no. Inizia il secondo quarto. E si comincia ad intravedere qualcosa di più. Giusti i cambi, giusto lasciare in panchina i fantasmi, gli ectoplasmi. Va in campo chi ha voglia di far fatica, chi ha voglia di lottare, magari tecnicamente meno dotato, ma con idee chiare e polmoni pieni. Perdiamo anche questo periodo, ma è ben diverso l’atteggiamento in campo. L'impegno è innegabile, ma manca ancora qualcosa. Terzo quarto. Non cambia nulla, fotocopia esatta del secondo. Noi ad inseguire, loro a controllare. Il distacco resta immutato. Inizia l’ultimo quarto e tutto cambia. I nostri finalmente si buttano alle spalle i timori ed ecco il gioco, ecco l'emozione. Si dannano i cinque sul parquet, si sgola la panchina, si esalta il pubblico. In modo inesorabile la partita si capovolge. Si corre, si lotta, si segna, si recupera. Cominciano a preoccuparsi gli avversari, che probabilmente avevano già dato per finito l'incontro, non riescono a reagire, subiscono punto dopo punto e vedono scemare il vantaggio fin lì acquisito meritatamente. Ma non conoscono la forza della disperazione che anima i Galletti quando sono con le spalle al muro. Quante volte è successo in quest'annata sportiva? E la rimonta continua fino al meno due e palla in mano. Purtroppo lo sforzo è stato notevole, il tempo a disposizione sempre meno, alcuni ragazzi non sono riusciti ad entrare in partita, limitando così i cambi, indispensabili per gli sforzi prodotti e la fatica comincia ad appannare le idee. Un paio di conclusioni sbagliate, una disattenzione, non permettono di concretizzare fino in fondo quella che sarebbe stata una rimonta da favola. Partita finita, persa, seppur di poco. La prima volta ai play off finisce qui, al primo turno, con due sconfitte di misura, ma sconfitte. Peccato. Finita l'annata sportiva 2015/2016 resta il tempo per un primo sommario bilancio. Il sesto posto dell'anno scorso non è stato migliorato ma confermato, quindi non si può parlare di bilancio del tutto positivo. Alcuni elementi della squadra non si sono rivelati all'altezza della situazione. Molti gli infortuni e i problemi, le scuse addotte non sempre giustificabili; per tutta la stagione non siamo mai riusciti ad imporre il nostro gioco, neanche con le squadre nettamente inferiori, anzi, proprio con le squadre poi classificatesi agli ultimi posti abbiamo sofferto di più, perdendo addirittura in casa ( vedi Breganze, Est-Veronese !?). Poca capacità di mantenere la concentrazione, poca convinzione, nessuna "squadra", ma tanti singoli, molto nervosismo, molta superbia. Queste le note negative di un campionato che doveva vederci protagonisti e ci ha visto invece "recitare" da comparse. Certe situazioni possono essere state affrontate in modo non consono, insistere su giocatori fuori condizione, sia tecnica che psicologica, forse non andava fatto. Ma certamente non sono solo queste le ragioni che spiegano il mediocre piazzamento finale. Questa squadra va rinforzata e certe "difficoltà" ( v. eufemismo ) SPIANATE ( a buoni intenditori poche parole). Perchè noi vogliamo una squadra che lotti , combatta, più quadrata. Perchè lo sforzo di tutti deve essere premiato con un campionato da protagonisti, non da comparse. Appuntamento sugli spalti per il prossimo anno a gridare ancora una volta tutti insieme: FORZA ROOSTERS.
commento di Anonimo
maglia giocatore tiri liberi tiri da 2 tiri da 3 palle perse palle rubate rimbalzi assist falli fatti falli subiti punti
6 Federico Secco 0/0 0/1 1/2 2 1 2 0 2 0 3
7 Luca Pizzolato 0/0 0/4 0/1 1 0 2 0 3 0 0
8 Roberto Zironda 6/6 2/6 0/3 1 1 4 3 3 4 10
9 Leonardo Franzina 1/2 0/5 0/0 0 0 3 0 0 1 1
10 Giuseppe Cozzolino 0/0 0/2 2/5 2 0 1 1 4 0 6
12 Riccardo Ferrari 1/3 3/6 1/3 2 7 3 3 4 3 10
14 Alessandro Zadra 0/0 0/1 0/1 2 2 0 0 3 1 0
18 Marco Piccoli 0/0 0/2 0/0 0 1 4 0 3 0 0
19 Cesare Sperotto 2/4 4/9 0/0 3 3 11 2 1 2 10
20 Gianluca Bolzani 0/2 0/3 0/2 3 3 2 1 2 2 0
21 Gianluca Rosa 2/6 2/5 0/0 4 0 13 0 1 3 6
23 Renzo Volpato 4/6 1/7 1/2 1 2 7 2 1 3 9
TOTALE 16/29 12/51 5/19 21 20 52 12 27 19 55
55% 24% 26% avv. 49