Link

Altre Squadre

Contattaci

Partita di Venerdì 10 Aprile 2015

Parziali
1° quarto : 13-15
2° quarto : 17-16
3° quarto : 11-14
4° quarto : 11-11
Squadra in casa: A.S.D. Roosters
Squadra fuori casa: Concordia Basket Schio A.D.
Sede: PALESTRA COMUNALE - Via F. Baracca 48 - VICENZA (VI)
Ora: 21:00
Risultato: 52-56
Finalmente, dopo una lunga attesa ci siamo. Va in scena la "Partita", vero e proprio spareggio tra due squadre a pari punti, che aspirano ai play-off di categoria; la vincente avrà già un piede dentro, la perdente dovrà accantonare i sogni di gloria. Tutti conoscono l'importanza dell'incontro e a tutti si legge in faccia la tensione, la ricerca forsennata della concentrazione necessaria, la voglia di ben figurare. Entrambe le contendenti meriterebbero questi play-off, ma solo una può farcela; questo vuol dire "tout court" che stasera ci si gioca il campionato e l' adrenalina scorre a fiumi. Alle 21.00 in punto il fischio d'inizio. Dopo un breve periodo di studio, di prove e di riscaldamento, la partita entra nel vivo. I Galletti partono con le redini tirate, sbagliano molto in fase realizzativa, ma tengono bene in difesa cercando di imporre il proprio gioco manovrato, affidato più alla velocità e al contropiede quello degli ospiti. Da subito si intuisce che, come previsto, la gara sarà molto equilibrata. Nessuno molla niente, tutti danno il massimo e i numerosi errori, da una parte e dall'altra, si equivalgono e si annullano reciprocamente. Ad un piccolo break di una, risponde immediatamente il forcing per il recupero dell'altra. Le due squadre si equivalgono, come la classifica dimostra, ed anche la partita lo conferma. La gara puntualmente mantiene tutte le premesse immaginate in sede di pronostico. I tecnici provano di tutto, dai cambi continui, alle soluzioni tecnico tattiche più diverse (zona, uomo, ancora zona, pressing a tutto campo, a mezzo campo, tiri da tre, penetrazioni ecc.ecc.) ma è tutto inutile. Il punteggio resta in equilibrio e la fine del match si avvicina inesorabile. Arriviamo così all'ultimo minuto con i Roosters avanti di tre e palla in mano. Dalla panchina arriva un'ulteriore suggerimento: -Giochiamo al limite dei 24 secondi, proviamo il tiro, difendiamo in pressing e, se tutto va male, avremo ancora l'ultima azione a favore. Ma un pò la stanchezza, molto l'ingenuità dei giovani in campo, disattendono la tattica prevista. Dopo pochi secondi, vistosi solo e marcato blandamente il giovane play biancorosso prova il tiro dalla distanza che porterebbe sul più 6 la squadra di casa. Nei millesimi di secondo che intercorrono tra lo scoccare del tiro e l'arrivo a bersaglio della palla, con il fiato sospeso, è uno solo il pensiero nella mente di tutti: se entra è finita, abbiamo vinto. Ma non va così! La palla ci illude, sembra entrare, poi esce, nessuno dei nostri a rimbalzo, la peggiore delle situazioni ipotizzabili, rimbalzo di Schio! Contropiede, canestro da tre ed aggancio. Ora serve tranquillità, testa, ragionamento. Ma la frenesia del risultato gioca un brutto scherzo ai giovani biancorossi in campo . Palleggio sterile, palla persa, contropiede di Schio , canestro, più due per loro. Time-out, con dieci secondi da giocare c’è tutto il tempo per impattare ma un passaggio maldestro con palla persa concede agli ospiti un tiro sulla sirena con più quattro finale per lo Schio. È finita. Lo Schio festeggia come avesse vinto il campionato, tanto è stata dura, difficile, complicata, equilibratissima la partita. Delusione, musi lunghi, lacrime, tristezza tra i Galletti battuti se pur con onore. Sarà per il prossimo anno, ci diciamo tutti, ma nessuno vuol accettare ancora quello che è stato il responso del campo. L'incontro ha ancora una volta evidenziato quelle che sono mancanze emerse durante tutto l'anno: -Tanto cuore ma poca testa, qualche uscita dalla righe da parte di alcuni, la poca esperienza (dovuta alla giovane età) di giocatori cardine, la difficoltà a mantenere la concentrazione per una gara intera da parte di qualcuno, il calo psico-fisico di altri nell'ultimo periodo. Tutto ha contribuito al non raggiungimento di un risultato che sarebbe stato storico per la nostra giovane società. Ora dobbiamo accantonare il dispiacere di questa sera per concentrarci sulle prossime due gare per terminare in modo onorevole il campionato. Quindi su le maniche e andiamo a prenderci quei due punti che portano al 5/6^ posto, risultato minimo per quanto visto lungo l’arco dell’anno e meritato nei sette mesi di impegno, di lavoro e di sudore trascorsi. Non solo si può, si deve.
commento di Anonimo
maglia giocatore tiri liberi tiri da 2 tiri da 3 palle perse palle rubate rimbalzi assist falli fatti falli subiti punti
5 Fabio Ferrari 2/4 0/2 0/0 1 6 2 5 2 4 2
6 Federico Secco 0/0 0/2 0/0 1 1 1 2 1 0 0
7 Luca Pizzolato 2/2 0/2 0/0 1 0 4 0 1 1 2
8 Tommaso Campagnaro 1/1 3/5 0/1 8 1 8 2 3 2 7
12 Riccardo Ferrari 1/2 3/5 2/3 3 6 2 3 2 3 13
15 Andrea Grana 0/0 0/2 0/0 2 0 3 0 3 3 0
18 Marco Piccoli 0/0 0/1 0/0 0 0 2 0 0 0 0
20 Gianluca Bolzani 0/0 4/5 1/2 6 3 4 3 3 2 11
21 Gianluca Rosa 1/2 1/5 0/0 4 2 6 0 2 2 3
22 David Bertoldo 2/7 6/10 0/0 3 2 11 0 2 5 14
23 Renzo Volpato 0/0 0/0 0/0 2 0 0 0 2 0 0
TOTALE 9/18 17/39 3/6 31 21 43 15 21 22 52
50% 44% 50% avv. 39