Link

Altre Squadre

Contattaci

Partita di Venerdì 27 Febbraio 2015

Parziali
1° quarto : 16-13
2° quarto : 17-17
3° quarto : 14-16
4° quarto : 21-15
Squadra in casa: Polisportiva Aurora 76
Squadra fuori casa: A.S.D. Roosters
Sede: Palasport Via Stadio - CAMISANO VICENTINO (VI)
Ora: 21:15
Risultato: 68-61
La sesta giornata del girone di ritorno vede lo scontro in quel di Camisano tra Aurora 76 ed i Roosters. Per opposte ragioni entrambe le squadre devono cercare di far propria la gara. L'Aurora per abbandonare una situazione di classifica che ben pochi avrebbero ipotizzato all'inizio del campionato, trattandosi della finalista della scorsa stagione, i Roosters per confermare il brillante terzo posto faticosamente appena raggiunto. Nella memoria di tutti i partecipanti, la gara d'andata, forse la peggiore degli ospiti ( almeno per la prima metà), che vogliono assolutamente dimostrare quanto quella mezza partita non rispecchiasse il loro reale valore, mentre i locali, tranquilli proprio per quel risultato, vogliono ribadire che le potenzialità dimostrate in quel frangente sono quelle vere. Con questi presupposti inizia la gara. Dopo le prime schermaglie di studio, si entra nel vivo. Da una parte un quintetto che, se mette in mostra una scarsa fisicità, tiene bene il campo con un tasso tecnico elevato e un'esperienza dovuta ad anni di militanza in questo campionato e sempre nei primi posti. Dalla parte degli ospiti molta confusione ma reattività ai massimi livelli, ottima preparazione atletica e tanta voglia di ben figurare. Le due squadre in campo si equivalgono e nessuna delle contendenti riesce a prevalere. Punteggio ad elastico che vede ora questa, ora quella in avanti ma con distacchi che quasi mai superano i due possessi. Falli spesso inutili, ma dettati dalla foga, dei Galletti, mandano in lunetta i locali con frequenza e permettono loro di restare sempre aggrappati al match con il minimo sforzo. La partita vive di luce riflessa, dato che sembra il proseguo di quella d'andata con gli ospiti ben attenti a non ripetere gli stessi errori e i padroni di casa che lasciano sfogare gli avversari per colpirli in contropiede con tiri chirurgici. All'intervallo lungo l'incontro sembra incanalato sulla strada del massimo equilibrio e si comprende come solo un fatto anomalo potrà mutarne il corso. E inaspettatamente il fatto si concretizza a metà del terzo tempo, quando l'arbitro decide per l'espulsione di un giocatore di casa, considerato, anche se a torto per quanto visto fino a quel momento, come il pericolo maggiore. I Roosters si convincono che il più è fatto e abbassano pericolosamente i ritmi e la concentrazione. Il gioco sui lunghi che fino a quel momento era stato l'arma vincente anche grazie alla serata di grazia del centro titolare, viene abbandonato inspiegabilmente e si privilegiano schemi e giocate che di fatto lo estromettono dalla gara. Un pò di stanchezza che comincia ad affiorare, idee spesso annebbiate e giocate improbabili non permettono di concretizzare la imponente mole di lavoro svolta in difesa con una press ben fatta che mette in difficoltà notevole l'Aurora. Ma la tanta confusione, la fretta, come sempre cattiva consigliera, la frenesia al tiro, dove lo stesso non c'è, limitano il recupero di palloni e non permettono il riaggancio all’ Aurora avanti grazie soprattutto ai numerosi viaggi in "lunetta"( saranno ben 29 alla fine i punti per l’Aurora dalla linea della "carità"). Termina con i padroni di casa vincenti con il minimo sforzo e gli ospiti battuti più dai propri errori che dagli avversari. La gara evidenzia come sia ancora lunga la strada da percorrere: frenesia anzichè ragionamento, sforzo atletico anzichè tecnico, alcune pause, annebbiamenti e soprattutto inesperienza di quelli destinati all'impostazione del gioco, richiedono ancora tanto lavoro. La grande determinazione dimostrata durante tutto l’arco della partita offre una base importante su cui costruire. Niente è perduto e come sempre nella vita, così nello sport, ci viene offerta subito l'opportunità di rifarci, essendo il turno della prima in classifica come ns prossimo avversario. E allora diamoci dentro ragazzi. Si può, si deve:
commento di Anonimo
maglia giocatore tiri liberi tiri da 2 tiri da 3 palle perse palle rubate rimbalzi assist falli fatti falli subiti punti
5 Fabio Ferrari 0/0 1/2 0/0 1 2 1 3 5 1 2
6 Federico Secco 0/0 0/0 0/2 1 2 0 0 0 0 0
7 Luca Pizzolato 0/0 0/0 0/0 1 0 1 0 0 0 0
8 Tommaso Campagnaro 2/3 0/3 1/7 4 4 2 4 2 4 5
12 Riccardo Ferrari 2/6 4/7 1/3 5 12 2 3 3 4 13
15 Andrea Grana 0/0 0/2 0/0 2 2 0 0 4 1 0
18 Marco Piccoli 0/0 0/1 0/0 1 0 0 0 1 0 0
20 Gianluca Bolzani 2/2 1/2 0/1 6 2 3 2 5 2 4
21 Gianluca Rosa 0/0 3/7 0/0 3 0 6 0 5 2 6
22 David Bertoldo 5/7 10/16 0/0 0 8 5 1 2 3 25
23 Renzo Volpato 1/2 1/2 0/0 4 1 5 1 2 2 3
24 Riccardo Spiller 1/2 1/4 0/0 1 0 3 1 3 0 3
TOTALE 13/22 21/46 2/13 29 33 28 15 32 19 61
59% 46% 15% avv. 35